Divina Tragedia

Luciano Prandini

Divina Tragedia Luciano Prandini

Quale miglior omaggio a Dante se non quello di mettersi nelle sue vesti per commentare gli avvenimenti dell’odierna serva Italia di dolor ostello? Che se tale era ai suoi tempi, non di meno lo è ora, stante anche la ciliegina del covid. Prandini prima aveva cominciato con qualche vignetta delle sue, come sempre spiritose e impeccabili nel segno. Poi si è lasciato prendere dalla cronaca degli ultimi tempi (o tempora o mores!).

E allora ha fatto una cosa un po’ goliardica ma anche geniale: un diario quotidiano informatissimo e puntiglioso, fosse per uso proprio o per il consumo degli amici, ma – giusto per complicarsi la vita – l’ha steso in terzine dantesche: notoriamente il metro più difficile che ci sia nella nostra tradizione. Prendendo da Dante non solo le rime e la metrica, ma qua e là anche il tono e il linguaggio anticheggiante, che lo rende ancor più originale e seducente. Una fatica notevole, sorretta però dal movente assoluto dell’ironia e del divertimento.

Questo libro, dunque, che risponde alle numerose sollecitazioni dei tanti che lo hanno gratificato del loro plauso fin dall’inizio, è l’inevitabile approdo di questo imperdibile lavoro.

Tipologia: Umorismo / Satira – Anno: 2021 -  pagine  - Prezzo: € 10,00 - formato:   – ISBN 9788885451339

Comments are closed.